Lo Stemma

Quando si è cominciato a pensare ad un logo, l'idea che si voleva realizzare prevedeva il voler racchiudere tutte le peculiarità di questo territorio in un unicum, e così è venuta spontanea la scelta di voler utilizzare l'araldica: più che un logo è nato uno stemma!

Lo scudo sannita è stato diviso in quattro quarti: 
nel primo quarto: il Giglio Borbonico in ricordo del Regno di Napoli;
nel secondo quarto la Scala per il grande privilegio concesso da Clemente XIV;
nel terzo quarto un'idea del  Castello a cinque torri fenestrate, simbolo di Civitella;
nel quarto quarto: un'idea del Castello a tre torri, simbolo di Campli;
la Croce, rossa, che divide i quarti è stata scelta in ricordo di un santo che ha vissuto in entrambe le città: San Gaspare del Bufalo che in questi luoghi predicò sul Prez.mo Sangue di Gesù, la Stella ad otto punte, al centro della croce, simbolo della Madonna, in ricordo dell'antica Cattedrale di Campli, dedicata a Santa Maria in Platea, ed al Santuario civitellese di Santa Maria dei Lumi.